lunedì 31 ottobre 2011

collezione di palle

Ieri un'amica mi ha portato da un suo viaggio a New York, una palla di neve della città.
Lei viaggia spesso e ogni volta me ne porta una...ne ho dalla Turchia, da Israele, da Londra (dove vive), da Parigi, da Berlino...
anche i miei figli ogni volta che si spostano mi portano le palline di neve...il giardiniere mi ha promesso che mi farà una vetrinetta per metterle al sicuro visto che ne ho rotte un paio, ma...farà.
E così al momento le metto nelle mensole davanti ai libri o dove trovo un posto sicuro.

 Notizie del mio dito...
male!!!!!!!!
oggi ho visto le stelle quando il dottore mi ha medicato.
Da una parte sono stata fortunata perchè ha portato via solo una fettina laterale del dito ...più lunga che profonda....era rimasta attaccata con un piccolo lembo di pelle e dato che non sentivo male al momento della macinatura per non lasciarla penzoloni l'ho tagliata con la forbicina da ricamo. Che bestia che sono!

Adesso con pazienza devo aspettare che  si riformi lo strato di pelle.
E' nella mano sinistra per fortuna, ma è sempre problematico fare qualcosa con un dito fasciato che sembra un salsicciotto.


Un vero spettacolo!

domenica 30 ottobre 2011

Ieri sera non avevo voglia  di prendere in mano il Dimensions e allora ho fatto un'altra bambina autunno...oggi faccio il gufetto e dovrei anche riuscire a finire il free di PassioneRicamo dedicato ad Halloween...
e da domani la mia aquila.



...se ci riesco...perchè stamattina ho messo un dito nel tritacarne...dimenticandomi di fermarlo...
subito non ho sentito male, tanto che ho tolto io stessa il pezzettino di polpastrello macinato e mi sono disinfettata e fasciata ...
essendo mezza strega anche il sangue si è subito (o quasi) fermato
adesso fa malino...

sabato 29 ottobre 2011

...ho ucciso un giardiniere

Ebbene si ...ho ucciso un giardiniere. 
Stamattina ho osato prendere dal giardino queste cosette e lui è morto di crepacuore...
la zucca...i melograni...le mele...l'uva!!! (non sono riuscita a prendere l'uva  fragola perchè mi ha beccata prima) , il corbezzolino e l'oliva... tra un po' di giorni mentre è al lavoro tolgo quello che bisogna cogliere e faccio marmellata, metto via le olive....insomma le cose da fare.
Non vede e non soffre...il giardiniere.
Per lui è una tortura togliere i frutti dalla pianta...
Adesso gli faccio una carbonara e gli passa.

martedì 25 ottobre 2011

venerdì 21 ottobre 2011

fiocco azzurro...

In queste ore, 28 anni fa, ero in ospedale dove stava nascendo il mio bambino.
E' nato alla 1 e 11 minuti nella notte tra il 21 e il 22  ottobre piena di vento e di pioggia ...una vera e propria bufera ... e pesava 1 chilo e 120 grammi. Era una cosina minuscola e grinzosa che urlava a pieni polmoni e non stava mai fermo tanto che lo dovettero legare nella culla termica perchè si toglieva tutte le cannule che aveva addosso.
Primo parto..sola...impaurita perchè lo portarono via subito visto il suo peso...con a fianco una infermiera che sembrava un carro armato ma che era di una dolcezza e umanità che non scorderò mai...
i ricordi sembrano così reali e presenti...
E' sempre stato vivacissimo...all'asilo, a scuola...credo che pochi bambini in prima elementare portassero a casa come lui una nota al giorno per il comportamento attivo, animato e brioso. Quanto mi arrabbiavo ! Sono passati in fretta questi anni...
Adesso è un uomo ormai...ma io lo vedo sempre come quella notte : un fagottino piccolo piccolo che ha portato tanto amore nella mia vita.

giovedì 20 ottobre 2011

indietro nel tempo

 Come già ho raccontato nel mio sito Crocilandia, il mio nonno materno era un maestro. Si chiamava Virgilio ed era una persona molto colta e quel classico tipo di uomo che viveva sui libri e per i libri, estraniandosi da tutto quello che lo circondava. Era un mutilato della Grande Guerra e in parte (ma solo in parte ) forse posso spiegarmi adesso che sono grandina il suo carattere scontroso, burbero e a volte cattivo con noi nipoti (figlie di una figlia però eh...)
 Per un brevissimo periodo visse con noi e io ero affascinata dalla sua stanza piena zeppa di libri, forse anche perché mi era proibito toccarli o leggerli. Per lui infatti la cultura e lo studio erano due cose strettamente al maschile. Il genere femminile per lui non aveva diritti , le  figlie andarono a lavorare in filanda appena decenni mentre i maschi li portò o meglio cercò di portarli (con pessimi risultati) alla laurea.
Di libri ne aveva moltissimi e mi ricordo in particolare una raccolta di volumi per ragazzi dell'inizio del '900, dove ogni libro affrontava un argomento specifico. C'era il libro della terra, della scienza, delle fiabe, dell'uomo, dei passatempi, del focolare, della poesia, dei perché, della musica, della natura...A volte ho pensato di venderli se mi torna in mente mia mamma che mi raccontava quando ragazzina cercava di avvicinarsi allo studio per leggere e veniva mandata via perchè l'istruzione e la cultura erano solo per i maschi ...le donne dovevano stare al loro posto...ihhh quante volte li ho sentiti anch'io questi discorsi quando abitò con noi per circa un anno. Di quel periodo ricordo anche il grande nervosismo che c'era in famiglia, il disprezzo che aveva verso mio padre che era figlio di contadini e i soldi che lui lasciava sul tavolo dopo ogni pasto per umiliarlo ...E l'unico Natale che passò con noi quando venne un suo figlio (maschio) con i nipoti e ad ognuno dei due per regalo diede 100.000 mila lire...perchè erano sangue del suo sangue e portavano il suo cognome.  A me e a mia sorella disse invece che avendo un altro cognome non poteva dare niente e quindi niente auguri...
Che strano come certe cose ti risveglino degli episodi che pensavi di non ricordare più o che la tua mente aveva messo in un angolino.
In questi giorni di cambio di armadi ho trovati altri tre libri che alla sua morte mia mamma si portò a casa perchè stavano per buttarli nel cassone : una Divina Commedia dei primi del '900, un atlante geografico veeeeecchio ...c'è la cartina geografica dell'impero austro-ungarico!  
E poi la chicca: un libro sui lavori dell'orto e del giardino con le fasi lunari...è un po' distrutto e ingiallito ma ho iniziato a leggerlo e poi lo passo al giardiniere.


Intanto vi scrivo quello che ho trovato sul mese di OTTOBRE

Giardino
Lavori con luna calante

  • Potatura di alberi e arbusti che hanno terminato la
  • Prelevare, selezionare e riporre i bulbi asciutti e puliti (dalia, gladiolo...)
  • Preparare le buche per le nuove piante di rosa
 Lavori con luna crescente
  • In cassetta: annuali da porre a dimora a fine inverno come la calendula e il tagete
  • Seminare nuovi tappeti erbosi o  ripristinare quelli già esistenti
  • A dimora all'aperto alberi biennali da fiore, bulbi a fioritura precoce e primaverili, rosai e camelie
  • Riproduzione per talea di sempreverdi e alcune specie a foglia caduca
  • Divisione dei cespi di erbacee perenni  (alisso, veronica...) e i rizomi del giglio
  • Preparare le talee di forsizia e rosa
Questi sono solo alcune cose ...ci sono poi i consigli per l'orto e il frutteto e le varie tecniche per i lavori...ma non so se possa interessare a qualcuno....oddio non so nemmeno se può interessare questo ma vedrò se continuare o no.





mercoledì 19 ottobre 2011

lento...ma va avanti

Il lavoro sul dimensions va avanti...forse non si nota molto ma gli alberi si stanno delineando meglio con tutti i loro particolari e le loro sfumature. Sulla parte destra del ricamo ho iniziato la coda e un'ala dell'aquila e lentamente sta prendendo forma anche il lago ghiacciato. Ho iniziato anche il punto scritto ...è un po' noioso ma in questo momento mi da dei punti di riferimento per i colori perchè a volte mi perdo con tutte quelle tonalità così simili tra loro.

domenica 16 ottobre 2011

domenica...giornata di riposo:(

Dopo una settimana abbastanza pesante sotto tanti punti di vista, pensavo che oggi fosse una giornata di riposo...ma quando mai!!!!
Stamattina il giardiniere ha piantato tutti i bulbi autunnali che avevo comperato qualche settimana fa (crochi, tulipani, giacinti, narcisi, anemoni)  e i gigli di S.Antonio che io adoro. Stavolta me li sono fatta mettere nell'aiuola sotto la finestra della cucina ...spero che tra poco non cominci a "sistemare" il terreno spostando tutte le patate appena interrate. Ha messo poi al riparo il limone, anche se penso che lo porterò su in veranda perchè sia più protetto e continui la maturazione della dozzina di limoni che sono nati questa primavera. Il ficus elastica è stato portato su con molta fatica perchè ormai ha raggiunto i tre metri di altezza, mentre la monstera  anche questa sui due metri , l'ho messa nell'ingresso...non ha bisogno di molta luce e quindi il posto è perfetto.

Nel pomeriggio  ho stirato e poi ho preso sonno sul divano...e non sono andata avanti col dimensions. Questa foto è del lavoro fatto fino a sabato...vediamo se riesco a fare qualche punto adesso finchè aspetto che tornino mia figlia e mia sorella.

E questa è la seconda tappa del sal dell'Angelo che sto facendo assieme a Mimma. Devo ammettere che questo ricamo mi sta piacendo sempre di più e mi piacerebbe rifare l'esperienza di un altro sal ...non mi piacciono molto le scadenze ma avere delle date fisse mi stimola, anche se brontolo. 
Bene...spero che la settimana inizi bene anche se le premesse non è che siano buone.
Incrocio le dita...



Mostra di Ivana

Ecco la locandina della mostra di ricami che Ivana farà dal 30 ottobre al 6 novembre a Cassano Magnago presso la ex Chiesa di S.Giulio.
Vorrei avere il teletrasporto!
Per avere una piccola idea del luogo e della bellezza dei lavori vi metto questi due link con delle foto di due sue mostre precedenti .
https://picasaweb.google.com/101154580362172820448/NataleConNoiMostraDiRicami?authkey=Gv1sRgCKe1no7rgbfFfQ#
https://picasaweb.google.com/101154580362172820448/MostraCuoreFaRimaConAmore#

sabato 8 ottobre 2011

lavori di giardinaggio

Oggi sembra arrivato finalmente l'autunno...la temperatura si è abbassata, il sole non picchia più forte come nei giorni scorsi e il vento ha iniziato a far volare le foglie degli alberi. Queste sono le giornate che amo di più...in giardino sulla panchina a crocettare quando ci riesco o con un libro in mano...o sul divano mentre fuori piove.


 
Miltonia bianca, Oncidium, Cambria

Stamattina ho tolto tutte le piante di orchidee da sotto la magnolia e le sto sistemando nei davanzali tra vetro e controfinestra. La notte è troppo fredda e non potevo pià lasciarle neanche accostate al muro di casa. Molte hanno nuovi germogli e appena "prenderanno" l'ambiente, ricominceranno a fiorire. Il Dendrobium ha tante gemmine viola...piccole piccole...l'avviso della prossima fioritura credo verso natale. Le Miltonia e le Cambria sono verdissime e in alcune si notano i nuovi getti. In questo momento solo le Phaleonopsis sono ferme, ma avevano una fioritura continua questa estate e un po' di riposo penso lo abbiano meritato. Le Vanda le ho messe sulla finestra del bagno, appese alla grata e sul davanzale tra vetro e vetro altre Phaleonopsis, la Brassia e l'Oncidium invece sono con la Cattleya e i Paphiopedilum

Oncidium

Una decina di piante sono riuscita a metterle anche in camera dei ragazzi...giacomo non ha detto nulla, vedremo simone quando torna.

L'orchidea con cui ho iniziato la mia piccola coltivazione è stata una Phaleonopsis.
E' una pianta che ormai puoi comprare a bassissimo prezzo (all'Ikea costano dai 6 ai 15 euro, dipende dal numero degli steli fioriferi) e con una varietà enorme di colori e sfumature. Per me è anche una delle più facili da coltivare: amano il caldo e hanno bisogno di tanta luce ma non quella diretta dei raggi del sole che può provocare delle scottature sulle foglie e sui fiori. Per le bagnature io mi regolo sempre "a tatto"...quando sento che il terreno sta diventando troppo asciutto le bagno stando attenta a non fare ristagnare l'acqua nel vaso e nel centro della pianta. Durante la bella stagione le raggruppo tutte in dei cesti di vimini dove sul fondo, per aumentare l'umidità, ho provato prima con l'argilla e i sassolini e poi con della sabbia da voliere...ottimi tutti e tre. D'inverno ho trovato il loro posto ideale sul davanzale tra finestra e controfinestra: sono riparate dal freddo e il microclima che si crea le fa vivere in maniera ottimale. Io le concimo ogni 20 giorni più o meno e le nebulizzo sempre per aumentarne l'umidità. E non tagliate come ho fatto io all'inizio gli steli dopo la fioritura, perchè è proprio da questi steli che rifioriscono.
 Volevo precisare una cosa prima che si scatenino le "fan" : queste sono esperienze mie personali e non regole o diktat di esperto.
Sono tentativi, prove, piccoli successi e delusioni che mi aiutano nella coltivazione di tutte le piante in genere.
%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

E queste invece sono le due Hoya o Fiore di cera : la prima è la Hoya Carnosa (Ivana mi aveva mandato una talea che ho piantato e che quest'anno mi ha dato dei bei fiori)
questa invece è quella che ho comperato io l'anno scorso ed è la Hoya Bella...

E per finire...guardate questi due angioletti. Io li prenderei subito subito...

....sono bambole.

venerdì 7 ottobre 2011

l'autunno e le orchidee

Le cure delle orchidee in autunno

La Vanda "Jessica" sta facendo un nuovo germoglio


e la cattleya pure
Con l’arrivo dell’autunno si cominciano a ritirare in casa le piante che sono state portate all’aperto in primavera, poiché l’Italia è lunga e le temperature sono anche parecchio diverse tra Aosta e Palermo un’indicazione valida per tutti è di regolarsi in base all’abbigliamento. Quando alla sera ci si mette un golfino è tempo di ritirare le piante da caldo: Phalaenopsis, Dendrobium del tipo a steli florali e Paphiopedilum da caldo, i multifiori e quelli a foglia colorata, quando ci si mette il maglione è ora di ritirare le piante da temperato, tra quelle che si trovano normalmente dal fiorista o nelle giardinerie Miltonia, Oncidium, Cambria (ibridi di Odontoglossum), Zygopetalum e Vanda. Infine quando ci si mette il cappotto bisogna ritirare le piante da freddo: Cymbidium, Dendrobium nobile, quello che fiorisce sul fusto e Paphiopedilum a foglie verdi. Prima di ritirarle è bene fare un’accurata pulizia delle piante, all’aperto sono più soggette a parassiti di ogni genere ed è opportuno fare un trattamento usando un insetticida e un fungicida a largo spettro.
WIP


giovedì 6 ottobre 2011

topolinia...

In questi giorni di riposo dal pc...per modo di dire...sono andata avanti col mio dimensions...procede bene anche se vorrei avere sempre più tempo per poterlo finire in fretta. Ma insomma dai...mi accontento...devo pur dormire qualche ora la notte, no?! Devo rimettere il programma della digitale altrimenti non posso scaricare le foto...nelle prossime ore prometto di farlo.
Poi mi è capitata una cosa seccante ...a voi è mai successo che pensiate di fare un'ordine di un qualcosa online...riempite il carrello virtuale e poi, per tanti motivi, decidiate di lasciar perdere?
Si presume, o meglio presumevo, che l'account che ho in questi negozi sia gestito e controllato da me e solo da me...
e invece con mio stupore qualche giorno fa appunto ricevo una mail da questi signori in cui vengo invitata a procedere con l'ordine e a fare gli acquisti che loro hanno visto nel mio carrello.
A me non sembra una cosa molto corretta, onestamente. Io mi ero fatta una lista nel carrello delle cose che avrei voluto prendere...ho controllato il prezzo...le spese di spedizione...insomma le solite cose . Poi ho lasciato un attimo perdere perchè mancava qualcosa ed ero indecisa.  E loro entrano nel mio account, guardano e mi invitano a fare l'acquisto...per quello che manca ...spediranno. Mah...comunque non mi era mai successo e compero spesso su internet.
Secondo voi sono esagerata e sbaglio? Mi piacerebbe sentire il vostro parere in proposito. L'ordine non l'ho fatto e adesso cercherò da un'altra parte quelle cose che mi servivano.
Topolinia...mi è venuta in mente in questi giorni guardando la televisione e ascoltando le varie cronache giudiziarie che si stanno concludendo o si sono concluse.
Non voglio dare giudizi su innocenza o colpevolezza di nessuno...la mia idea in proposito me la sono fatta e quando intorno ad un caso che meriterebbe solo silenzio e rispetto verso la vita di una ragazza spezzata in modo tanto brutale, si creano spettacoli mediatici e una campagna di pulitura d'immagine e di beatificazione degli imputati...beh...qualche dubbio a uno viene
Anche perchè i casi sono due:
o noi abbiamo degli investigatori come l'ispettore Manetta appunto di Topolinia  oppure abbiamo una giuria che ama molto il vento ...e francamente non so quale sia la cosa peggiore.
E un'altra cosa che mi fa schifo, sempre in questi giorni, è la presenza televisiva di personaggi che dovrebbero solo tacere e sparire dopo quello che hanno fatto.
Se la nostra "Giustizia" vi libera dopo 9 o 10 anni di carcere dopo aver massacrato una mamma e il suo bambino con 97 coltellate, abbiate almeno la decenza e il rispetto di non farvi vedere...
ma quale dolore, pentimento, rimorso o espiazione! Io ho sentito solo parlare di sbagli di gioventu, diritto a rifarsi una vita...ecc. ecc. ecc.
Uno può giustamente dirmi :"cambia canale"!
Vi dirò che mai come in questo periodo seguo enzo  ( :) nelle sue varie trasmissioni!
e con questo mi sono giocata un'altra parte di "ammiratrici" del blog!!!

mercoledì 5 ottobre 2011

sono di nuovo qui!

Stasera mi hanno dato finalmente il mio pc...adesso devo solo rimettere i miei programmi, le mie cose e imparare quelli nuovi che mi hanno messo...
Sono di nuovo qui!

domenica 2 ottobre 2011

leggere, leggere , sempre leggere

Domani mi danno il mio portatile...ero senza una mano! Lo tengo in cucina e lo tengo acceso tutto il giorno...è un modo per essere sempre in contatto con le amiche ( anche se non mi collego a volte o lo faccio di corsa) e coi figli quando non sono a casa...simone risponde più in fretta ad una mail che ad un sms per non parlare che non risponde proprio se lo chiamo al telefono!
Ho fatto anche un giro per vedere che libri ci sono in giro e ne ho trovato un paio che potrebbero interessarmi oltre logicamente alle uscite delle due saghe sui vampiri (Dark Forever di Kresley Cole e Dark Magic di Christine Feehan) e Destinazione Virgin River di Robyn Carr, settimo libro della serie Virgin River.


Gli altri due che mi interessano sono : Giudici di Andrea Camilleri, Carlo Lucarelli e Giancarlo De Cataldo
e  Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbauch...

sabato 1 ottobre 2011

...passata è la tempesta...

 Passata è la tempesta, odo augelli far festa...
non odo augelli, ma la tempesta si è calmata
Scusate il post di stanotte ma ero saltata come un petardo...scusa mimma se non ti ho risposto ma era mezzanotte e mezza, giacomo dormiva  e io non potevo ticchettare sul pc.
Diciamo che le buone, brave e e belle persone non hanno mai smesso di scrivermi...logicamente in anonimato.
 Sono andata avanti a ricamare fino alle 2, poi il giardiniere si è alzato e mi ha chiesto se avevo bisogno di una botta in testa per aiutarmi a dormire e allora ho spento la luce e lui è tornato in camera sua...ma ho continuato a leggere ancora mezzora buona con la lucetta sul libro.
Se qualcun legge e si chiede perchè "camera sua"...noi dormiamo in camere separate ormai da 30 anni. All'inizio è stata una necessità...simone non era un neonato facile, lui doveva uscire sempre presto la mattina e non potevo fargli perdere il sonno...poi è diventata una abitudine perchè siamo diversi in tutto : lui ha sempre freddo e anche in estate dorme con la coperta...io devo avere aria fredda anche in inverno; in camera non ci deve essere nè rumore nè luce...io dormo con le finestre aperte et utte le luci e i rumori possibili ed immaginabili che entrano dalla strada; lui prende sonno alle 10 e io a quell'ora inizio la mia serata col ricamo o col pc...
quindi per evitare musi, battibecchi e quant'altro...ognuno la sua cameretta

Questo intanto è l'avanzamento del dimensions


Ho terminato anche la prima tappa del sal dell'Angelo di Mimma...non pensavo che il ricamo mi piacesse e invece devo ammettere che più vado avanti e più mi prende. Dopo averci pensato su un po' e anche per un altro motivo che mi ha fatto girare le scatole, ho deciso di usare il filato dmc e non gli altri speciali.

Penserete che io sia una di quelle persone rompine e permalose...assolutamente no e chi mi conosce lo sa.
Sono un Leone che in realtà è una pecora...è difficilissimo che io me la prenda, che perda la pazienza, cerco sempre di dare senza avere nessun tornaconto, sono a volte troppo ironica e ottimista, voglio vedere in ogni cosa il lato buono e mi metto sempre in discussione perchè non sono santa marina da padova e di sbagli ne faccio a vagonate.
Quindi quando arrivo a perdere la pazienza significa che proprio ho toccato il fondo o me lo hanno fatto toccare.
Mi passa quasi subito...magari dopo una notte insonne, ma mi passa.

Ho ricevuto delle mail con delle domande per le orchidee...non sono un'esperta, ma posso raccontare la mia esperienza con questi meravigliosi fiori che ormai coltivo con successo da cinque anni. Scriverò se può esservi utile come le curo, le seguo. i miei errori nella coltivazione ...e mi farò aiutare nei post dalla vera esperta Ivana. Oggi intanto ho scoperto un nuovo germoglio sulla Cattleya e il Dendrobium Kingiatum che sta iniziando a mettere i fiori...

Dendrobium Kingianum

fiore del Dendrobium Kingianum


Dendrobium Kingianum : piccolo stelo fiorifero


Cattleya: nuovo germoglio



 
Phalaenopsis bianca


stelo del phaleonopsis : MAI tagliare gli steli sfioriti perchè proprio da questi rinascono le nuove gemme fiorifere


non ti curar di loro ...

Nessuno può a lungo avere una faccia per se stesso e un'altra per la folla senza rischiare di non sapere più quale sia quella vera (Marguerite Yourcenar).


E' una categoria di persone che nella nostra società.. sono sempre stati presenti.. in massa...
si riconoscono facilmente.. dal loro sorriso facile, dalle loro frasi mielose,dai loro atteggiamenti...
ora chi li ha incontrati nella sua strada... può rimanere un attimo affascinati.. da questo loro potere di ammaliare gli altri.. poi ad una migliore conoscenza si sente un sapore amaro in bocca che sa di disgusto e delusione...
il bello che queste persone... si sentono incomprese o peggio ancora perseguitate allorquando qualcuno, che non teme il giudizio altrui, gli fa presente i loro atteggiamenti negativi...
e allora cosa fare quando li si incontra nella propria strada..:
"non ti curar di loro, ma guarda e passa



Bisognerebbe sempre avere le palle per dire le cose alle persone
odio quando ci si nasconde e ci si ritira come tartarughe nel proprio guscio,
tronfie e presuntuose persone che che si sentono migliori delle altre
boriose e spocchiose compagne di "casta"
superbe e arroganti donnette
ampollose e pompose anime fatte di niente.