martedì 12 luglio 2011

Il giardiniere

Volevo fare una precisione su un post che ho messo nei giorni scorsi. Avrei magari potuto tenermi le cose per me, ma è stato uno sfogo su cose passate. Passate.
Sarebbe un discorso troppo lungo e complicato...diciamo solo che chi aveva iniziato un percorso convinto e deciso ha preso paura o sottogamba i cambiamenti che logicamente si devono fare in un rapporto, mentre chi lo ha iniziato in uno stato d'animo diverso puntando tutto su quello che stava costruendo ha tenuto duro e non ha mai avuto paura.
Si può essere affascinati e amare il gusto dello champagne, ma poi amare e apprezzare molto di più un buon vino bianco. I fuochi d'artificio e il fuoco di un camino...e i fuochi d'artificio non li hai per sempre e non ti riscaldano.
Cara Mimma ...in effetti il giardiniere ha il pollice verde e per qualsiasi lavoro manuale è il massimo...tranne per l'elettricità (ma qui abbiamo rimediato). Ho sempre il problema delle piante che camminano in giro per il giardino, comunque eh! Ha spostato la pianta delle more da quando l'abbiamo presa in marzo, già quattro volte. Tanto che mi sono impietosita e l'ho messa in un vaso sperando si riprenda.
Visto poi che i rimedi naturali contro le zanzare non funzionano, in questi giorni ha comperato un miscuglio al consorzio che nebulizza al mattino una volta la settimana...beh ...puoi sederti tranquillamente in giardino senza problemi. L'orto lascia un po' a desiderare quest'anno e la colpa è sua che ha voluto provare le piante nane di tutte le speci....ho i pomodori di pollicino, le melanzane che vanno bene ai nanetti, i cetriolini che nemmeno l'aceto li vuole. Dice che sono esperimenti... In questi giorni sono arrivate anche notizie dal parentado...mi sono detta tante volte che devo essere molto cattiva per aver rotto completamente i rapporti con tutti, ma io certi comportamenti proprio non riesco a mandarli giù e quindi ho preferito chiudere così non ne dico e non ne sento. Se poi penso a come si sono comportati durante la malattia di mamma e a quella di papà prima (compresa purtroppo mia sorella) non ho assolutamente rimpianti o rimorsi.
Per quelli di mio marito il discorso è identico. E' stato trattato in maniera indegna e anche innaturale se mi è consentito dirlo, perchè l'amore materno lo hanno anche gli animali. E quindi aria...aria...aria...io adoro il vento.
Comunque, siccome sono curiosa come una scimmia, sono venuta a sapere che ho acquisito parenti moooooooooooooooooolto scuri. Spero soltanto che siccome quel ragazzino che oggi è un uomo di 30 anni, io l'ho visto nascere e l'ho cresciuto per un po' , abbia aumentato la sua dose di intelligenza e maturità (sempre molto scarse in passato) perchè per vivere e affrontare certe situazioni devi essere molto maturo e molto intelligente. Ho qualche dubbio però. Ma le mie porte oggi sono chiuse.
Adesso vado a fare il limoncello...la pianta di limoni per fortuna è normale.

1 commento:

mimma ha detto...

La mia impressione,mia cara, è che tu e il giardiniere lavoriate in sinergia senza saperlo! almeno per quanto concerne le piante ed i fiori... poi si sa già: se qualcuno deve perseverare... beh quelle siamo noi. Niente di nuovo sotto il sole. Neppure per quello che riguarda il "parentado"! Forse,senza rendermene conto, sono fortunata io che di parenti non ne ho! anche se la cosa suona un po' strana in effetti...
Circa le zanzare: sicura che non sia un trattamento killer anche per voi? col giardiniere sguinzagliato meglio stare in campana,raccomando!
Un bacione