martedì 5 luglio 2011

da un vecchio armadio...

Prima di tutto vorrei spiegare che non è che mi vengano in mente le cose passate così...in questi giorni stiamo mettendo a posto un vecchio armadio che mia mamma teneva nella cameretta dove cuciva e stirava e stiamo trovando un po' di tutto....vecchie pagelle, foto, filo, lana...
Ho trovato per esempio due pergamene con medaglia d'argento e medaglia di bronzo che ho preso in seconda elementare per due concorsi. Uno era di scuola guida e io sono arrivata seconda tra tutti gli alunni delle scuole elementari di Padova e l'altro era un concorso di disegno con tema l'inverno e io avevo fatto un'orrenda bambinetta con un ombrello rosso che stava andando in cimitero! Non credo che gli altri abbiano fatto tanto meglio visto che ho preso la medaglia di bronzo! Comunque questa vena artistica non è continuata.
Guardando certe foto mi viene da sorridere vedendo i vestiti, i capelli, la faccia...una parte di me vorrebbe tornare indietro e fermare il tempo. Ma chi non lo vorrebbe?! Ma poi mi perderei i miei figli che sono la cosa più bella che ho.
In una scatola ho trovato poi le foto e le cose della mia vacanza a Roma. Non l'ho aperta. Quella deve rimanere chiusa.
In questi giorni sennò mia sorella mi taglia le mani, ho fatto i canovacci per lei...velocissimi eh. Domani li fotografo li metto nel blog.
ecco i "capolavori!"

2 commenti:

mimma ha detto...

Mi aspettavo un romanzo....ma devo avere pazienza,lo so. Ti sei messa a fare un lavoro "pericoloso", quel che si trova spesso fa male al cuore. E' estate, siamo fragili.... Meglio buttarci sui canovacci! che aspetto di vedere ovviamente.
baci

Encarna ha detto...

Caro amico, non ti preoccupare di nulla. Capisco la sua assenza, si spera fare di meglio e più felice. Sei molto giovane ancora, bisogna essere felici. Sono felice di scrivere di nuovo nel suo blog. Sono andato a Parigi pochi giorni, e poi dirgli la mia avventura con i miei figli. Apprezzo la tua amicizia molto e qui ho il valore del tempo che mi serve. Un abbraccio per voi e la vostra famiglia.