venerdì 2 marzo 2012

Wag more bark less!

Il Sal di Primavera mi sta dando molte soddisfazioni, è veloce e scorrevole e mi fa allegria.
Mi ha dato anche la possibilità di conoscere diverse amiche ricamine con cui ho dei bei rapporti e di continuare con soddisfazione quelli che avevo già con le ragazze che avevo conosciuto durante l'iniziativa di Nadia " Aspettando Natale".
Abbinato allo schema "This too, shall pass" c'era anche questo: Wag more, bark less.

E' un altro mantra che invita ad essere un po' più spensierati e a lamentarsi meno...un respiro profondo, magari qualche lacrima ma poi si gira pagina e si ricomicia a scrivere un'altra pagina bianca su questo grande quaderno che è la nostra vita.
Per esperienza personale...tutto passa.
Anche dopo momenti duri, difficili e pieni di zone buie che non ti fanno vedere lo spiraglio di luce che c'è in fondo.
Quindi ho pensato di continuare questo Sal di Primavera aggiungendo, per chi lo volesse fare naturalmente, questo nuovo ricamino così simile al nostro primo schema...il suo gemellino insomma.
L'unica condizione è che non ci sono condizioni...nessuna scadenza, nessuna data da rispettare. Quando ognuna delle partecipanti avrà qualche avanzamento nel ricamo o lo avrà finito, potrà mandamelo e lo inserirò nel post che creerò apposta per questo nuovo lavoro.
Che ne pensate? Siete ancora con me? Ci sono nuove ricamine che vogliono aggregarsi?
Alcune di voi mi hanno gia detto di si e le ringrazio !
E vi lascio una perla di saggezza dei miei amati Nativi...che mi pare tanto attinente ai nostri ricami.
                                            Guarda in cima alla montagna


Quando era in vita un vecchio saggio del mio popolo, i Tewa, ripeteva spesso la frase " Pin be opi", cioè "guarda in cima alla montagna". La sentii per la prima volta quando avevo sette anni e stavo partecipando ad una corsa che si svolgeva nel territorio degli Indiani Pueblo per dare forza al nostro padre Sole nel suo viaggio attraverso il cielo. Io ero arrivato alla fine di una strada sterrata e mi ero fermato per ritrovare il fiato, quando il vecchio, che era cieco, mi chiamò e mi disse: - Piccolo, quando corri, guarda in cima alla montagna - e mi indicò Tsicomo, la montagna sacra ad ovest del nostro villaggio che si intravedeva in lontananza. - Tieni gli occhi fissi su quella montagna e sentirai la strada fondersi sotto i tuoi piedi. Se farai così tu sentirai che potrai saltare oltre i cespugli, scavalcare gli alberi e persino i fiumi.
 Io cercai di capire cosa volesse dire, ma non ci riuscii.
Qualche giorno più tardi ebbi l'occasione di chiedergli se veramente avrei potuto imparare a saltare sopra gli alberi. Sorrise e disse: - Qualunque sia la sfida con la quale dovrai confrontarti nella tua vita, ricordati sempre di guardare in cima alla montagna. Facendo questo tu avrai sempre davanti l'idea di grandezza. Pensaci e non permettere mai a nessun problema, non importa quanto gravoso ti sembri, di scoraggiarti. Solo la cima della montagna deve occupare la tua attenzione. Nei giorni cupi che verranno, nelle avversità, nelle difficoltà, nelle ombre scure che incontrerai nel cammino, guarda sempre in cima alla montagna, in alto dove la linea della terra incontra il cielo. Ti guiderà, ti condurrà al tuo spirito e ti aiuterà a restare unito alla terra.

Aspetto allora un vostro parere allora!
 
 
ps. Per la serie" la mamma dei cretini è sempre incinta."..vorrei dire all'ANONIMO che continua a scrivermi con ricette e consigli vari...di usarli egli o lei stessa...io non ne ho bisogno.
Scusate il commento personale.

8 commenti:

ivana ha detto...

grazie cara...io ci sarò...
baci

barbara4stagioni ha detto...

Secondo me ognuna di noi che legge le parole trova una fonte di luce per cio' che ognuna sta vivendo in modo non positivo in questo momento.
Grazie Marina e visto che non ci sono scadenze mi aggrego anch'io alla continuazione del Sal Primavera ossia il ricamo del gemello.
Un abbraccio e grazie ancora

barbara4stagioni ha detto...

Volevo dire nel post precedente
"Secondo me ognuna di noi che legge le parole del tuo post trova una fonte di luce per cio' che ognuna sta vivendo in modo non positivo in questo momento.
Grazie Marina e visto che non ci sono scadenze mi aggrego anch'io alla continuazione del Sal Primavera ossia il ricamo del gemello.
Un abbraccio e grazie ancora

Gabry ha detto...

Eccomi pronta a seguirvi!
Cari saluto Gabry

Anna ha detto...

Come ho già detto ci sono anche per questo ricamo.
Un sorriso
Anna

ClaudiaRita ha detto...

Grazie Marina,
ci sono anch'io!
mi piacciono due quadretti gemelli!!
Ciao un bacio,
buona serata, Claudia

Nefertari ha detto...

Lo ricamo anch'io molto volentieri.
Molto belle le parole del saggio, dobremmo ricordarcene nei momenti brutti, per tirarci un po' su di morale.
Mariagrazia

Daniela ha detto...

ciao, io mi aggiungerei molto volentieri. lo schema di chi è? giusto per vedere dove lo posso trovare. ti lascio email se mi devi contattare danielac1976@libero.it.
a presto.