martedì 22 gennaio 2013

Ieri  sera ho ricevuto una mail che mi ha fatto molto piacere...come un caldo alito di vento che ti accarezza il cuore e te lo scalda con i ricordi di una primavera lontana ormai, ma sempre presente nell'anima.
Mi ha mandato la preghiera che ogni mattina e ogni sera recitavamo in colonia ...me ne ricordavo una parte sola e Luciana  mi ha mandato il resto. Grazie Luciana!


A Te grande e potente Iddio,
a cui obbediscono i venti e le onde,
noi bimbed'Italia da questa nostra ridente colonia eleviamo i cuori.
Salva ed esalta, o gran Dio, la nostra patria.
Da giusta gloria e potenza alla
nostra bandiera.
 Benedici le nostre case lontane, i nostri superiori e benedici
noi pure, che ci prepariamo per la vita
per Te e per la nostra cara patria.
Benedici!

Non sono presente nel blog e me ne scuso, ma se non c'è la testa ...
Vado avanti con le mie cose e spero che arrivi la primavera, presto.

3 commenti:

lellapevaro ha detto...

questa preghiera non la conoscevo, ma è molto bella.
Riposati intanto io sono qui e ti aspetto.
Quest'anno non so perchè ma le mie orchidee mi hanno lasciata, me ne sono rimaste solo 4, perchè?????, e pensare che me le guardo spesso, in primavera vedrò cosa fare....
ciao ciao Lella

mimma ha detto...

Credimi,non ho parole.... E dire che io faccio ogni sforzo possibile per rimuovere il passato! Tu invece..... Riesci sempre a stupirmi.

Varla Lee ha detto...

Che dolce questa preghiera, non so se ce l´ho tra le mie, non credo. È davvero bella. A volte non è necessario scrivere per esserci, tu ci sei sempre e comunque, perché esisti, e grazie a Dio che esisti! Un forte abbraccio.