giovedì 29 settembre 2011

...quando si guarda una cosa solo da una parte...

Ieri pomeriggio mentre aspettavo di entrare dal medico prendendo in mano una rivista, ho letto un articolo che parlava del copyright...il caso...la fatalità...la coincidenza...insomma come diavolo la volete chiamare perchè qualche ora prima mi era capitato un piccolo episodio che mi aveva fatto incazzare (scusate il termine) di brutto.
Ero andata in un centro commerciale e avevo acquistato un libro...siccome non ho memoria, ogni volta che leggo la trama mi sembra di non averlo e la maggior parte delle volte compero...per poi ritrovarmi a casa lo stesso libro...
Comunque prendo questo libro di Cussler...mia figlia che era con me mi dice "Ce l'hai gia"...e logicamente dopo l'acquisto. Dopo aver discusso per tutto il centro commerciale con lei, mi faccio convinta e ritorno nella libreria spiegando che mi ero sbagliata e chiedendo di poterlo cambiare con un altro titolo.
E mi è stato risposto di no...per il copyright, mi dicono. Beh spiegatemi dico.
In pratica non possono cambiare un libro perchè io potrei aver fatto delle fotocopie dello stesso e quindi aver violato il copyright. A parte che avrei dovuto esserere wonder woman ...circa 400 pagine in mezzora...
quello che mi ha fatto partire la brocca è stato l'atteggiamento da professore del direttore (presumo) che poi si è preso la briga di farmi un discorsetto sui diritti degli autori...sui furti perpetrati ai loro danni...ecc.ecc.
allora...
primo : non mi dai della ladra (sottinteso, ma sempre ladra)
secondo: lo scontrino segnava che l'acquisto era vvenuto 34 minuti prima ( non ho poteri soprannaturali)
terzo : ultimamente non riesco a tacere su nulla
 Questo signore ce l'aveva con tutti ( in maniera educata assolutamente, ma con quel tono pedante e saccente che proprio non sopporto)...anche i libri usati erano per lui una violazione .
Dopo aver parlato una decina di minuti ho ringraziato e sono uscita con la promessa che mai più sarei andata in quella libreria a prendere qualcosa .
Premetto fin da adesso che il lavoro di un autore in qualsiasi campo è sacro e non discuto su questo...mi si deve anche spiegare perchè se io compro di seconda mano sono una "ladra" mentre se i loro prezzi variano in maniera impressionante è sempre colpa di qualcun altro.
Mi spiego con due esempi concreti nel mio campo: i filati da ricamo e i kit o schemi.
Una matassina di filo mouline mi costa in negozio da 1,40 a 1,70 centesimi...lo stesso filo lo trovo a 50 centesimi se lo compero in internet...
le tasse mi si risponderà...ma anche questi venditori le pagano
i kit di ricamo (parlo della Dimensions) : qui li trovo sui 30/40 euro dipende dalla grandezza...se li prendo da un rivenditore Usa li pago sui 20/25  dollari al massimo ( le copertine per la culla le ho pagate 23 dollari)...fate un attimo i conti e poi mi saprete dire.
Per cui...dove si pecca di più?
Forse se i prezzi fossero un po' più bassi ci sarebbe anche un altro mercato e la gente non andrebbe a cercare in giro lasciando a secco i nostri commercianti.
Ah...mi è arrivata la vanda Blue Magic!

3 commenti:

mimma ha detto...

Guarda tesoro,sinceramente sono sbalordita da quanto racconti. E' una cosa talmente fuori dal buon senso che davvero non ci si spiega come possa verificarsi. A parte il fatto che le fotocopie non troveresti nessuno che te le fa perchè qui si è una questione di copyright e quindi l'accademica bestia in dotta pelle che ti ha negato una semplice cortesia ti ha scambiata evidentemente per speedy gonzales : volata a casa, fotocopiato in un nano secondo (tu pensa cosa ti sarebbero costate tutte quelle fotocopie lì, più del libro di sicuro) e ritornata - volando forse sulla scopa o su un ufo che facevi anche prima - per sentirti dire una sequela di idiozie.....
Poveri noi, come siamo ridotti. Valeva la pena di perdere una cliente come te che,con quanto leggi, gli risolvevi il budget per un anno intero?
Non ti curar di lor ma guarda e passa.E più che mai come in questo caso.
Baci

marina ha detto...

Per fortuna non è la mia solita libreria dove vado sempre (la Lovat) ma una interna ad un centro commerciale qui in zona...
eh si di libri ne prendo molti tutti i mesi...solo questo mese ne sono usciti 8!
E ti manderò un articolo ...se poi vuoi ridere o piangere fai tu...io li trovo proprio fuori di testa.
Poi ti invio la foto del sal dell'angelo con anche un pezzo di aletta...ero partita in quarta e non mi fermavo più, per fortuna è tornata cristina e ho interrotto.

Marener ha detto...

veramente non sanno fare niente per contentre il cliente, cosa questa che fa che altre persone non ritornano a questo negozio, e di sicuro dopo un anno chiude!!! questo signore non capisce che ci soni sono dei siti online che se può scaricare i libri senza andare a una libreria a comprare e fare delle copie! ma adesso lui ha perso una cliente. belle le orchidee, complimenti, veramente.