domenica 30 ottobre 2016

30 ottobre 2016

Stamattina alle 7,40 c'è stata un'altra forte scossa di terremoto nelle zone già colpite lo scorso 26 ottobre e in agosto.
Che si può dire? Che è la natura?..Che è la normale attività della crosta terrestre da milioni di anni?
O forse è una scossa alle nostre coscienze, alle nostre cattiverie, ai nostri piccoli e miseri mondi che ci sembrano unici e intoccabili?
Sicuramente è la natura e non possiamo farci nulla se non cercare di ricostruire meglio e in sicurezza, anche se di fronte alla forza di un evento imprevedibile e ingestibile come un terremoto non si può fare nulla.
Un evento del genere deve però farci riflettere ... siamo niente davanti a qualcosa di infinito e misterioso che ci guarda e ci governa. Dobbiamo quindi dare la priorità solo alle cose e alle persone importanti e lasciare andare tutto il resto.
Parlare adesso di ricami o di fiori o di altro ancora stride fortemente, ma vorrei farvi vedere  ugualmente il Dimensions che moooooolto lentamente sto cercando di portare avanti tra un lavoro e l'altro che mi fermano continuamente.




Ho tirato fuori anche qualche progetto per Natale, anche se non è un periodo che io ami particolarmente.
La settimana prossima andrò nel magazzino dove si rifornisce l'associazione per la quale faccio i bavaglini per la Pediatria Oncologica e farò una bella scorta di cose già confezionate tipo asciugamani, presine, asciughini...
I prezzi sono da infarto...nel senso che sono talmente bassi che ti viene rabbia poi pensando a cosa costano in negozio. Anche aggiungendo tutte le spese che vuoi, non è ammissibile che il prezzo sia così gonfiato.
Per i tessuti invece vedrò dopo le feste...
Oggi fa caldo. Il pensionello che è andato al mercatino dell'antiquariato con Cristina e spero non torni con qualche cosa che poi puntualmente non gli serve a niente. Sta cercando uno spaccanoci, ma lo vuole come dice lui e fino ad ora ne ha già presi tre che a parte i manici sono tutti uguali e non lo accontentano.
Spero...spero...che domani riprenda in mano la stanza da pitturare. Sta andando avanti da settimane e cambia di continuo colore. Il problema è che non è una camera qualsiasi ma quella dove dormono Giacomo e Simone (vabbè Simone si è no una volta la settimana...).
Una volta ha mal di schiena...una volta non gli basta il colore...una volta non gli piace più...una volta sbagliano a farlo...Adesso la camera è in queste condizioni: mezza parete a pois, mezzo soffitto pesca e mezzo giallo e scatole dapperttutto. E' che Giiacomo è paziente e dorme anche sui ceci da quanto è stanco ma io rischio le coronarie.
Ci sarà sole nei prossimi giorni? Sicuramente lui prenderà in mano la spatola appena inizia a piovere.

Vado a fare qualcosa ...o a leggere visto che ho un po' di poltronite acuta.
Vi lascio con una delle foto che vi farò vedere nei prossimi giorni del matrimonio indù di Maria Giustina il 15 ottobre. 


un abbraccio


2 commenti:

Anna Lanzarini ha detto...

Ciao! Io salto a pie' pari l'argomento terremoto: dopo il "nostro" del 2012 ancora mi sveglio la notte con la paura è l'ultima scossa di domenica mattina l'ho sentita bene anch'io, risvegliando terribile ricordi.
Parliamo di ricami, invece, quel Dimensione è proprio bello ma direi davvero impegnativo: ti credo che è un po' che l'hai in giro, anche se tu sei quella che fa capolavori in brevissimo tempo!
Il marito.... quanta pazienza!!!
Buona giornata
Anna

marina ha detto...

Nin avendo niente da fare(!!!!) mi piace curiosare nei vari blog itialiani e stranieri,giusto per vedere cosa riescono a fare le amanti del punto croce in giro per il mondo. Bene.... Raramente,o forse mai, ho visto lavori complicati, elaborati,incredibili come quelli che sai fare tu da sempre. E non solo li sai fare ma li fai!!!! Sei fenomenale. Complimenti vivissimi. Questo é stupendo oltre che pazzesco da quanto é difficile.circa tuo marito... Beh,sentivo la mancanza di sue news. A me piace così com'é,per lo meno é divertente(visto da qui ovviamente!)