mercoledì 1 aprile 2015

1 aprile

E' arrivato aprile... mi sembra che il tempo passi in fretta, troppo in fretta. Non era così una volta o almeno non me ne accorgevo.
Stamattina ho trovato in giardino una specie di pallina gialla... almeno da lontano sembrava una pallina. I cani ci sono andati vicino, l'hanno ignorata e quindi ho dedotto che non fosse una cosa viva o commestibile.
Devo dire che anche se fosse stato qualcosa da mangiare, nessuna delle tre avrebbe preso il boccone. Sono molto diffidenti e non mangiano nulla da brave ragazze.
Comunque mi avvicino e con un bastone provo a toccarla: era tipo gomma spugnosa che però appena l'ho rotta è diventata rossa.
Escluso fosse una creatura aliena o il risultato dei mescolamenti di ieri del pensionello con il diserbante e la varechina ( dopo vi dico il motivo del piccolo chimico) ho capito che quasi sicuramente era il boccone avvelenato che qualche gatto aveva rigettato.
Di notte quando i cani sono dentro loro passano indisturbati nel giardino e questo mi avrà lasciato il suo bagaglio velenoso sui sassi che portano all'aiuola dei narcisi.
L'avvelenatore della scorsa primavera evidentemente sta agendo ancora...lo scorso anno ne sono morti 5 alla signora degli uccelli sui 18 che ha.
L'ho avvertita  in modo che controlli ( lei di giorno dorme e di notte è in piedi) ...

Il lavoro del piccolo chimico è servito invece per spruzzare diserbante e varechina sull'erba che cresce lungo il muretto esterno di casa dalla parte che confina col patronato.
Non voglio uccidere il prete... la tentazione è grande ma mi trattengo.
No, voglio solo fare in modo che non cresca più l'erba dove nascondono altra erba.
Mi spiego...
Il pretuncolo e chi gli sta attorno ha aperto uno sportello caritas nei locali del patronato.
Nulla da dire per carità in linea teorica, coi tempi che viviamo offrire qualcosa a chi ne ha bisogno è un dovere.
Il problema è che ogni giorno arrivano pure i carabinieri perché ci sono liti continue tra etnie e nell'angolo esterno di casa mia c'è qualche passaggio di erbetta. Non sempre devo essere sincera...hanno i cani che danno fastidio perché abbaiano di continuo se si avvicinano.
Così per evitare che nascondano l'erbetta nell'erbetta ... una bella pulita di diserbante e varechina e anche i cani oggi evitavano di fare i loro bisogni nel passaggio pedonale.
Mica per gli animali porelli, ma per quei deficienti di padroni che non puliscono dove il loro cane sporca.

Ieri sera ho messo gli ultimi punti nel secondo gnometto della Bent e ho preparato gli schemi del secondo completino da asilo, quello rosa stavolta.



Poi senza accorgermene, un punto tira l'altro e ho terminato l'Estate di Shepherd's Bush... Adesso lo metterò da parte per rimanere al passo con voi, prometto.

 
 
E ho concluso anche il contest di Simona Bussiglieri, incorniciato e portato su da mia sorella perché i muri di casa soffrono i chiodi.
 
 
 
Un abbraccio e ... Anna ti aspetto stai tranquilla !!!
 
 



4 commenti:

barbara4stagioni ha detto...

i ricami sono bellissimi. brava Marina.
Per tutto il resto...non ho parole...m riferisco in particolare al veleno....mamma mia.
un caro saluto

Varla Lee ha detto...

Ciao meraviglia!! Volevo salutarti e augurarti buona Pascua. La settimana prossima ti mando la foto del mio Bent Creek. Ho letto con molto piacere il tuo post, hai raggione, sono i padroni dei cani ad essere maleducati, anche io non ne posso più. Santa Pazienza. Abbraccioto!

gloria. ha detto...

stupendi questi ricamo....quello dello gnomo mi piace tantissimo, nn lo conoscevo....auguri.glo

mimma ha detto...

Il Bent è delizioso e molto originale e hai ricamato qnche il Bush che avremmo in scadenza per questa estate,se non mi sbaglio! Incredibile.....
Circa l'avvelenatore professionista e gli erbaioli... Che dire? al peggio non c'é fine . Mi consola che ru abbia trovato un sistema per difenderti... Almeno in parte!
Buona Pasqua.
mimma